La Zanzara, il parto anale e un po’ di sole in testa

Postato il Aggiornato il

E’ ormai evidente che il gossip ha cambiato contenuti, abbandonando le ridondanti storielle sessuali delle varie veline e letterine. Il nuovo gossip è la politica che, nel caso del nostro paese, è sempre più lusingata dalle attenzioni rivoltegli dai media e dai giornali, i quali non si devono impegnare più di tanto per trovare il vizietto sessuale dell’onorevole Tizio o Caio. Trascurando Bunga Bunga e cazzate sui generis, la cosa più interessante di tutta la faccenda è il feticismo della gente comune (che come sempre non riesce a vedere più in là della propria fronte) e la trasmissione radiofonica “La Zanzara”, in onda ogni giorno su Radio 24, sembra esserne l’espressione migliore.

La fortuna del programma di Giuseppe Cruciani è da ricercarsi nella costante delocalizzazione della politica dal suo campo naturale (l’amministrazione di un paese) verso i lidi più rassicuranti della chiacchiera e dell’offesa ricercata, garantendo una fidelizzazione immediata dello spettatore medio, il quale, irritato dalla conduzione fascista di Cruciani e dagli interventi inopportuni di tale David Parenzo (una Lucciola col pugno chiuso) si ritroverà inconsapevolmente a sintonizzarsi sulla stessa frequenza per qualche tempo. Così il nostro spettatore non potrà che esaltarsi nel sentire l’onorevole Scilipoti, uno degli ospiti più frequenti, dare del “unico caso di parto anale al mondo” a Parenzo, o Borghezio scoreggiare, o la Santanchè simulare un orgasmo, o Tremonti bestemmiare, o Brunetta ruttare. Ma si, chi se ne frega, mandiamo tutto a puttane, tutto è spettacolo; andiamo avanti col sorriso, compriamo, indebitiamoci, che l’euro viaggi, che la vita continui, che i culi sboccino, che le tette si riproducano, così per sempre con un pò di sole in testa e il cuore pieno di speranze.

Un pensiero riguardo “La Zanzara, il parto anale e un po’ di sole in testa

    Luca ha detto:
    settembre 30, 2011 alle 10:58 am

    Ottimista…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...