Mese: marzo 2012

Diventa tristissimo (parte terza)

Postato il

ImageMolti di voi, nonostante la pedissequa applicazione degli esercizi proposti nei post precedenti, non sono riusciti a raggiungere il Nirvana della colica emotiva. In questo terzo post della serie “diventa tristissimo” vi proporremo altri due facili esercizi per spingere il vostro male di vivere, fino alle fosse più profonde dell’orrendo, quasi foste in un plastico di Bruno Vespa. No! Non come se foste Bruno Vespa. Lui evidentemente non è triste.

Tuttavia è importante avere un’ideale di tristezza a cui tendere e che possa rappresentare il capolinea del vostro cammino. Per quelli di voi meno fantasiosi, ecco alcuni consigli: Leggi il seguito di questo post »

MORTE (una caratteristica acquisita)

Postato il Aggiornato il

ImageDalla recente scomparsa di Antonio Tabucchi (quello che sosteneva Pereira) non riesco a togliermi dalla mente il pensiero angosciante della morte. Tutto mi sembra futile come una laurea in una facoltà umanistica e senza possibilità di redenzione come l’Inter. Il precariato dell’esistenza è peggio di un contratto a progetto retribuito in buoni pasto. Leggi il seguito di questo post »

Classifica degli sport più divertenti

Postato il Aggiornato il

ImageTroppo spesso ci si domanda che sport far praticare ai propri figli. Tralasciando sterili discorsi inerenti la completezza dello sforzo fisico, ciò che conta è la figaggine dello sport.

L’oltreuomo ha intervistato oltre 2 persone chiedendo quali siano gli sport più divertenti da seguire o praticare. In seguito abbiamo analizzato i dati e stilato la seguente, inopinabile, classifica. Leggi il seguito di questo post »

Diventa tristissimo (parte seconda)

Postato il

ImageNel post precedente sono stati presentati due semplici esercizi, ideali per iniziare il cammino verso la più tetra infelicità. Oggi continuiamo a darci delle precise martellate sui genitali. Ricordate che il fine ultimo di tanto soffrire sarà una sana e autentica creatività. Potremmo, infatti, definire il genio come: colui che trova la migliore soluzione possibile e attuabile per migliorare la vita di tutti gli appartenenti al suo contesto. Se uno fosse felice non si darebbe tanta pena per migliorare le esistenze (sua compresa). Ovviamente secondo questa definizione il genio non esiste, perché non esiste nessuna figura nella storia che soddisfi i requisiti: condizione pregressa di tristezza, soluzione che migliora le esistenze del suo gruppo sociale e propria. La morte, anche se possibilmente intesa come un miglioramento rispetto a una condizione precedente, non può essere definita un “miglioramento delle condizioni di vita” e questo esclude martiri e assassini dalla genialità.

Detto questo, vuoi essere il primo genio della storia? Comincia con il diventare tristissimo. Ecco gli esercizi di oggi.

  Leggi il seguito di questo post »

Diventa tristissimo (parte prima)

Postato il

ImageLa felicità è un sentimento strafigo. La felicità vera. Non quei surrogati tipo il calore familiare, la fede per la squadra del cuore, la patria o l’amore tra voi e il vostro partner. Per felicità vera intendo quella cantata da Albano (un panino e un bicchiere di vino, NDR), quella delle piccole cose concrete che affollano il nostro quotidiano e lo colorano di realtà. Sboccare dopo una serata con gli amici in cui si è bevuto troppo, accompagnare la vostra compagna ad abortire dopo aver trascurato un roboante amplesso, riempire un sacco di iuta di gattini e sbatterlo violentemente contro una parete ruvida, raccogliere fondi per una manifestazione di protesta, andare a messa e parlar del più e del meno con un pescatore per ore e ore.

Ma il desiderio di felicità non ci deve distrarre dal suo contrario: l’infelicità.

L’infelicità è sottovalutatissima. Come diceva sempre il celebre Pierre Rivière, se non fossi stato così infelice non avrei mai ucciso a colpi di roncola mia mamma, mia sorella e mio fratello. E noi non avremmo potuto leggere le tue meravigliose memorie caro Pierre. Perché il nodo centrale è proprio questo: la felicità non muove nulla mentre l’infelicità fa rivoluzioni.

Ecco un manuale per tutte quelle persone schiave di un ottimismo cieco. Semplici esercizi che, se attuati con criterio, vi garantiranno una dose inesauribile di infelicità. Leggi il seguito di questo post »

C’è posta per noi

Postato il Aggiornato il

Image

Il parossistico sopraggiungere delle vostre mail ci obbliga a creare un canale apposito per rispondere alle vostre domande. Molti di voi hanno scritto per ricevere informazioni inutili e provocatorie mentre altri avevano richieste serie. Tralasciando i secondi abbiamo deciso di soddisfare la prima fetta di lettori con il servizio “l’oltreposta”.

Scriveteci a oltreposta@gmail.com e vi risponderemo quanto prima in maniera tanto scortese quanto ironica.

Non c’è limite a quello che potete domandarci (essendo lecito chiedere).

Vediamo adesso alcuni esempi di mail che sono sopraggiunte prima dell’attivazione del servizio.

Leggi il seguito di questo post »

Contatti

Postato il Aggiornato il

C’è sempre un buon motivo per contattare l’oltreuomo.

Si può essere spinti dalla semplice voglia di insultare gli autori. I più audaci potrebbero voler proporre i loro scritti, per vedersi pubblicati in un blog che viene letto più del Male di Vauro. O magari, quelli che un blog già lo possiedono vorrebbero solo proporre uno scambio di link. Alcuni, attratti dall’avvenenza degli autori, potrebbero volerci semplicemente invitare all’inaugurazione di qualche festival della salsiccia. I più facoltosi magari vorranno domandare di fare pubblicità nel nostro sito.

Per tutti voi, amici cari, il modo giusto di farlo è scrivere a questa mail:

oltreposta@gmail.com

Se volete tantissimo oltreuomo andatevelo a prendere su facebook. Egli si manifesta in tre forme adatte a tutti i palati.

La fan page principale: una cloaca piena di foto che quotidianamente rubiamo alle altre fan page.

Aforismi Underground: una pagina che riempiamo di aforismi scritti da noi, da voi e da gente che nonostante il notevole handicap di essere morta le spara grosse.

Calcio Trollato: un inutile contenitore di idiozie calcistiche.