L’amicizia è più longeva di una coalizione bellica.

Postato il Aggiornato il

L’uomo è un animale sociale, mio zio un po’ meno ma lui ha avuto un’educazione molto cattolica. Ad ogni modo c’è bisogno di condividere e condividersi, di avere qualcuno su cui contare. Non fosse altro che per non essere costretti ad andare dallo psicoanalista per facezie come parricidi, matricidi, gravidanze isteriche, fantasie erotiche verso i monili, eruzioni cutanee e  altre cose che possono essere facilmente gestite dal vostro idraulico. O da un amico appunto. Quest’ultimo, di solito, non chiede nemmeno soldi per la chiamata.
L’amicizia viene inventata da Publio Virgilio Marone, tra il 29 a.c. e il 19 a.c., e inserita come concetto riempitivo di un capitoletto dell’Eneide. Quello in cui Eurialo e Niso si scambiano una dolcissima affettuosità omoerotica. La sua diffusione in epoca moderna si deve a Dario Baldan Bembo (mi auguro sia un nome d’arte) che nel 1982 scrive “L’amico è”, una disanima del concetto di amicizia messa giù orecchiabile.
Vediamo di seguito quali sono le tipologie di relazione amicale secondo la nomenclatura Disney.

Il vero amico.
Il vero amico è un’entità ideale tipica del periodo adolescenziale che crescendo spesso si commuta nel mito del vero amore.
Il vero amico detiene i seguenti poteri.
Leggere nel pensiero: lui sa tutto quello che vi passa per la testa anche se non glielo dite, circostanza che sulle prime sembrerebbe ammazzare il dialogo. Invece spesso lalettura falla portando a interminabili discussioni su “come cazzo è possibile che tu non capissi che stavo male?” e “avevo pensato che portassi tu il pallone”.
Anticipare i bisogni dell’altro: incredibilmente se desiderate o avete bisogno di qualche cosa non servirà chiederla o fare nulla per ottenerla, il vero amico provvederà autonomamente a soddisfarvi. Può succedere che questo non avvenga nei modi e nei tempi che vi immaginavate. Ad esempio può capitare che abbiate bisogno di qualcuno con cui andare a vedere uno spogliarello e lui si presenti con due biglietti per Michele Zarrillo. Accontentavi, in fondo non avete chiesto nulla.
Essere sempre presente: un vero amico c’è sempre perché niente è più importante dell’amicizia. Se per qualche motivo avete bisogno di lui ma lui non è già con voi, non esitatea pretendere la sua presenza. Se è veramente vostro amico capirà ogni insistenza come esemplifica efficacemente il seguente dialogo:
– Allora arrivi? Devo assolutamente parlarti di Matilde.
– Scusa, sono ancora al funerale di mia madre.
– E quanto cazzo manca?
Amicizie di interesse.
L’amicizia d’interesse si verifica prevalentemente tra un maschio bello e una ragazza brutta. Il maschio avvicinerà la ragazza perchiederle cosa ne pensa della lezione appena conclusa e la ragazza risponderà che le è piaciuta. In seguito il ragazzo inviterà la ragazza al bar per parlare della suddetta lezione e una volta insinuatosi nel suo cuore le chiederà gli appunti. Da notare che il reciproco della dinamica descritta, la femmina bella che va dal maschio brutto, è molto raro. Infatti la femmina bella è solita corrompere direttamente il professore.
Le amicizie di interesse sono amicizie a scadenza, legate alcontesto in cui si formano. Tuttavia vi sono dei casi in cui germoglia qualcosache dura nel tempo. Basti pensare alla celebre amicizia tra Hitler e Mussolini che a distanza di anni dalla loro dipartita ha dato vita alla nota marca di abbigliamento H&M.
Trombamici.
Si tratta di una forma di interazione tra persone che prevede l’accoppiamento tra gli attori in causa all’interno di un contesto amicale. Le persone coinvolte in questo tipo di amicizia hanno costumi leggermente vittoriani e per questo motivo frequentano più di un trombamico, non hanno relazioni stabili, utilizzano un linguaggio scurrile e fanno sesso con animali di piccola-media taglia.
Il dialogo tipico tra trombamici si svolge come segue:
– Ciao Kristine, oggi vieni a fare sesso?
– Mi spiace Marc, oggi faccio sesso con Heléne.
– Sei sempre la solita troia. Ma non ti preoccupare, chiamerò Luis.

4 pensieri riguardo “L’amicizia è più longeva di una coalizione bellica.

    myskin ha detto:
    marzo 10, 2012 alle 4:23 pm

    Bravi!Sempre dissacranti,continuate così:H & M = Hitler & Mussolini,semplicemente geniale. A quando un siparietto su B & B ? Berlusconi & Bersani? La visita caritatevole di quest'ultimo all'altro che si era preso la statuetta in faccia non può essere fonte di ispirazione?

    Loris ha detto:
    marzo 10, 2012 alle 5:18 pm

    vi amo cazzo!

    Thomas De Quincey ha detto:
    marzo 10, 2012 alle 11:13 pm

    noi amiamo te!

    angel ha detto:
    giugno 2, 2012 alle 9:48 am

    l’amicizia non può esser confusa con la trombamicizia, quest’ultima è solo una conoscenza che non prevede il rispetto come elemento base ma solo il soddisfare proprie “necessità”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...