L’educazione sentimentale degli uomini

Postato il

La cara Betta, affezionata lettrice dell’Oltreuomo nonchè blogger (http://sirenbetta.wordpress.com/), ha risposto ad un nostro post con risultati ovviamente migliori. Perciò ecco qua la versione maschile dell’educazione sentimentale degli uomini. Buona consumazione.

Che frustrazione questo articolo… ma, per par condicio, potremmo sempre parlare dell’educazione sentimentale di certi uomini (sinteticamente – senza generalizzare – con lo stesso spirito):

1/5 anni – La madre
Il maschio che durante i primi anni della sua vita sarà visto dal padre come un rivale, da lui apprenderà come poter meglio esercitare il senso del possesso sulla madre.
5/10 – Le compagne
Fin dalle elementari questo tipo di maschio penserà a quanto può sembrare spiritoso alzare le gonnelline delle femminucce per vedere le loro mutandine, cominciando a ricevere le prime sberle.
11/15 – La nascita della tragedia
Pensando che le danze abbiano inizio, il suddetto ragazzo crederà di attirare le ragazze facendo impennare lo scooter (e rovinando sul selciato): non riuscirà mai ad uscire con la più bella – e intelligente – della classe.

15/20 – L’adolescenza
Troppo preso dai videogiochi le birre e qualche canna, diventato uomo, comincerà ad avere i primi problemi di “potenza” e a considerare tutte le donne delle troie solo perché non lo “cagano”.
20/25 – La redenzione
Giunto all’università penserà allo studio (oltre alla musica e allo sport) per migliorare la propria posizione sociale, ma vedrà sempre la donna ottenere i risultati migliori.
25/30 – Riparacoglioni
Rendendosi conto che alla donna che a lui piace non gliene può fregare di meno della sua bella macchina, si sentirà costretto a rapporti mercenari per risollevare il suo “ego” (ed evitare ulteriori coinvolgimenti sentimentali).
30/40 – La dinastia
Cominciando a notare una certa decadenza, vorrà quanto prima un erede a cui mettere il suo cognome (senza essere a conoscenza che si potrà avere anche quello materno)
40/50 – Una nuova giovinezza
Arrivato agli anta – soprattutto nel caso in cui, essendosi sposato, abbia una moglie bisognosa di cure mediche – farà in modo di venire lasciato per “tradimento”, ma si lamenterà del fatto che i suoi figli pretendono di continuare a essere mantenuti come se fosse ancora il loro padre.
50/60 – La caduta
La giovane compagna si renderà conto che con lui non potrà avere un futuro sereno (in quanto troppo pesante il suo vittimismo nei confronti della ex), e lo abbandonerà.
60/100 – La saggezza
Fantasticherà sulla sua dipartita, vantandosi delle passate “conquiste” – inesistenti – che accorreranno al suo capezzale, ma immaginerà con terrore di essere divorato da vermi come lui.

Betta

9 pensieri riguardo “L’educazione sentimentale degli uomini

    Loris ha detto:
    giugno 6, 2012 alle 10:13 am

    La sottile differenza è che si vede palesemente che questo articolo è stato scritto con il dente avvelenato ed è troppo semplicistico. No one can win against Oltreuomo, mi dispiace.

    frull0 ha detto:
    giugno 6, 2012 alle 10:56 am

    Confermo, articolo piatto, scontato e totalmente pretestuoso, quello originale era infinitamente migliore

    dilux ha detto:
    giugno 6, 2012 alle 11:45 am

    non posso non confermare anche io: articolo copiato sciattamente e pervaso da quella tipica acredine da cattoprotofemministe.

    Aldo ha detto:
    giugno 6, 2012 alle 11:53 am

    Fai parlare un esemplare migliore della tua specie la prossima volta !

    fre ha detto:
    giugno 6, 2012 alle 12:00 pm

    tasi femena

      Crive ha detto:
      giugno 6, 2012 alle 4:03 pm

      Ahahahhaha hah hah hahahh hah ahh ahah hah hah ahahh hah hah !!!!

    Enrico ha detto:
    giugno 6, 2012 alle 12:31 pm

    Articolo assolutamente semplicistico e vacuo, dettato dall’enorme butthurt causato dal primo fantastico articolo.

    Betta ha detto:
    giugno 7, 2012 alle 12:15 am

    Uau, ecco perché mi fischiavano le orecchie!

    @Loris: infatti, sto prendendo il Brufen;
    @Frullo: non era una competizione (vedi com’è diversa, la femmina?);
    @Dilux: “catto” ché?
    @Aldo: sono antispecista;
    @Fre: ma va in mona!
    @Crive: non posso che essere d’accordo;
    @Enrico: Articolo? Quale articolo? “butthurt” a te…

    Qaz ha detto:
    giugno 7, 2012 alle 12:58 pm

    Piuttosto mancano alcuni capisaldi… quali l’attrazione per le prof sexy a scuola e l’autoerotismo in gioventù, l’assoggettarsi alla partner e fare il vecchio porco con le giovincelle..!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...